" O la o rompi! "

– Franco Sabbadini –

- GRAZIE FRANCO -

– GRAZIE FRANCO –

 

Magnano in Riviera-Ricordo di FrancoA

Caro Franco, per noi alpini più giovani del Gruppo di Magnano in Riviera, ci sei sempre stato!

C’eri ad accoglierci quando in punta di piedi, con la tessera nuova ed il primo bollino, abbiamo fatto ingresso nell’Associazione, per quelli forse un po’ meno giovani e già con qualche capello grigio, c’eri a rappresentare la Sezione alle assemblee ed alle ricorrenze più importanti a Magnano e nei paesi vicini.

Ci sei stato quando da Capogruppo hai voluto la nostra presenza  nel Consiglio Direttivo e ci hai guidati, con lungimiranza, verso quel cambio generazionale nella conduzione del Gruppo.

C’eri quando assieme, in occasione delle festività natalizie, andavamo a visitare e porgere gli auguri agli Alpini più anziani.

Ci sei stato per trasmetterci quei sentimenti di affetto e familiarità così importanti verso i fradis di paesi lontani che in occasione del terremoto, quando alcuni di noi non erano neppure nati, sono arrivati a Magnano per alleviare le nostre sofferenze .

C’eri quando c’è stato da lavorare: per la costruzione della sede, per la cottura di quantità industriali di ragù, per l’organizzazione delle cene sociali, con la preparazione, assieme a Rita, nel vostro garage, dei premi per la lotteria.

Ci sei stato per recitare la Preghiera dell’Alpino nelle occasioni di festa per il Gruppo e nel momento dell’addio per i soci andati avanti.

Anche negli ultimi mesi sei stato presente per darci supporto e donarci il tuo sorriso.

 

Ci sei sempre stato e sempre rimarrai nei nostri cuori. Mandi Franco dai toi alpins!

E’ andato avanti il socio Franco Sabbadini, classe 1944, caporal maggiore del Gruppo Udine del III Reggimento Artiglieria Alpina della Julia. Capogruppo dal 1997 al 1999 e dal 2003 al 2005, consigliere sezionale per lunghi anni . Alla moglie Rita ed ai figli Rosa ed Alberto, socio del Gruppo le più sentite condoglianze da parte di tutti i soci .

 

Magnano in Riv. 20 nov.2013 –  Oggi, sotto un cielo grigio minaccioso di pioggia, abbiamo dato l’estremo saluto al nostro Amico e Alpino Franco Sabbadini. Una chiesa gremita all’inverosimile e con molte persone che non hanno potuto entrare abbiamo reso omaggio ad una persona veramente speciale. Alla cerimonia hanno partecipato tantissime persone che lo hanno conosciuto e stimato, i colleghi di lavoro, gli amici, i “fradis di Conco” di cui Franco era l’artefice ed il cemento della loro ventennale amicizia e naturalmente gli Alpini, tanti Alpini con i gagliardetti dei gruppi a noi vicini.  Don Enzo con semplici e toccanti parole ha espresso un semplice desiderio: “Signore, hai voluto con te un un grande uomo, non lasciarci soli, fà che dietro di lui ce ne sia un’altro, abbiamo tanto bisogno di uomini ed esempi come Franco”.  La cerimonia è stata accompagnata dalla Corale di Tarcento e dal Coro Musicanova di cui  Franco faceva parte.

Bara

– Mandi Franco

 

- Mandi Franco -

 

Con piacere pubblichiamo un breve articolo inviatoci dall’ex presidente della sez.  A.N.A. di Udine Roberto Toffoletti a ricordo di Franco.

Franco Sabbadini è andato avanti, lasciando tutti sgomenti per l’improvvisa scomparsa dovuta ad una malattia che in brevissimo tempo lo ha sconfitto. Lo voglio ricordare come figura esemplare in famiglia, nella società, nell’Ana.

E’ stato consigliere sezionale amico ed allievo di Alfonso Muzzolini che tutti ricorderanno, caratterizzato da un entusiasmo coinvolgente, da una voglia di fare, di rendersi utile sempre con grande educazione e modestia, nessuno lo ha mai visto arrabbiato, era la sua caratteristica, quella di volere e cercare sempre l’armonia, la via mediana che non scontentava nessuno senza però distogliersi dalla ragione e dalla correttezza.

Ricordo una sua frase: “ al è di stupis rabiasi cirin di la dacordo “ era un suo motto e lo metteva in pratica.

Ammirevole la sua voglia di semplicità, di essenzialità, quella che dovrebbe contraddistinguere un alpino e questo lui ha voluto anche nell’ultimo viaggio, in una bara essenziale di pino grezzo, un essenzialità che trasudava grandezza morale ed umana quella che ha avuto quando ha capito che il male stava per vincere ed ha convinto la sua famiglia a capire questo destino, ad accettarlo dando modo di vivere questo momento in serenità, quella che lui ha sempre cercato e voluto perché :” a le di stupis rabiasi “

Lo ringrazio per questa ultima inattesa lezione che mi ha dato all’obitorio, una lezione di fede, di semplicità, di enorme valore dell’uomo.

Riposa in pace.

Roberto Toffoletti

 

Rita, Alberto e Rosa  assieme al gruppo Alpini di Magnano in Riv. ringraziano sentitamente tutti quanti hanno condiviso il  dolore e partecipato alle esequie del nostro amato Franco. Un grazie ai rappresentanti di Sezione, a tutti i Gruppi presenti con i gagliardetti, a tutti gli Alpini e non. Grazie a tutte le persone che ci sono state vicine. Grazie di cuore.

 

 

© re


Area Riservata
Meteo