" O la o rompi! "

Monte Pasubio

 

Pasubio

 

MAGNANO IN RIVIERA – Un omaggio a Ferdinando Urli, Medaglia d’oro al V.M., nel 95° del suo eroico sacrificio.

 

Nel 95° anniversario della morte di Ferdinando Urli, pluridecorato al V.M. eroicamente Caduto sul Monte Pasubio il 19 ottobre 1916, il Gruppo Alpini di Magnano in Riviera, intitolato al suo nome, ha organizzato una escursione-pellegrinaggio nei luoghi che videro gli Alpini del Tenente Urli battersi eroicamente riuscendo per la prima volta a far sventolare il Tricolore su quelle impervie montagne. I partecipanti, come ricorda uno di loro, hanno vissuto momenti di grandi emozioni soprattutto quando, dopo l’ascesa al monte lungo la “Strada delle 52 gallerie” hanno “scoperto” un  cippo, posto nella “selletta” tra il Dente Austriaco e quello Italiano che ricorda, appunto, Fedinando Urli, e dove, dopo l’omaggio all’Eroe di Magnano, si sono soffermati per la tradizionale foto ricordo. Sentimenti di profonda emozione anche durante il ritorno lungo la “Strada degli Eroi”, dove recentemente è stata collocata una nuova Targa dedicata a Urli davanti alla quale si è svolta una breve e commovente cerimonia conclusa con la recita della Preghiera dell’Alpino. La delegazione, della quale facevano parte anche il sindaco Mauro Steccati ed una rappresentante della famiglia Urli, lontana parente di Ferdinando (la nonna Anna Urli era sua cugina), era guidata dal Capogruppo Gianluca Tomat. È stata per tutti una indescrivibile esperienza che, non solo, non potrà  essere dimenticata, ma che ha già posto le premesse per organizzare un nuovo pellegrinaggio tra 5 anni nel 100° di quei drammatici e tragici avvenimenti.  (m.t.)

 


Area Riservata
Meteo