" O la o rompi! "

Dal “Messaggero Veneto”

“Da settanta’anni opera in silenzio con quella discrezione che è propria degli alpini, ed è una presenza viva, attiva ed importante nella comunità della quale è parte integrante”.
E’ questo il biglietto da visita del Gruppo alpini di Magnano in Riviera, che domenica 29 settembre 2002 con una bellissima cerimonia ha commemorato il settantesimo di costituzione.
La manifestazione, svoltasi nella frazione di Bueriis, ha avuto inizio, con un lungo corteo aperto dalle autorità , tra le quali il Sindaco di Magnano in Riviera, il Presidente della Sezione ANA di Udine ed il Capogruppo dell’ANA locale, dal labaro della sezione Udinese, dal gagliardetto del Gruppo di Magnano, accompagnato da quelli di molte altre località, che ha raggiunto la parrocchiale per assistere alla messa solenne accompagnata dal coro alpino di Passons.
Sempre in corteo, accompagnati dalle note della Banda di Coia, i convenuti hanno raggiunto il monumento ai Caduti, dove dopo l’alzabandiera e la deposizione della Corona si è svolta la commemorazione ufficiale aperta da un intervento del Capogruppo.
Dopo aver rivolto un indirizzo di saluto a tutti i presenti e aver ripercorso a grandi linee la storia del Gruppo, fondato il 20 marzo dell’ormai lontano 1932 con capogruppo Giovanni Fabbro e, dopo un’interruzione dovuta agli eventi bellici, ricostituito nel 1946 con capogruppo Giuseppe Michelizza, il capogruppo Tomat ha accennato alle attività  ed iniziative degli Alpini di Magnano e Bueriis , tra le quali quella che oggi ci vede qui riuniti: il dono del pennone e del Tricolore al Monumento ai Caduti di Bueriis, ed un ringraziamento ai suoi predecessori: l’inossidabile Capogruppo Domenico Ridolfi (Meni classe 1913), Giuseppe Verona e Franco Sabbadini.
E’ seguito un breve intervento del presidente della Sezione Combattenti e Reduci Valentino Zurini, reduce di Russia che ha ricordato i drammatici momenti della guerra, auspicando un futuro di pace per il mondo.
Parole di plauso, gratitudine ed incitamento sono state poi espresse dal Sindaco di Magnano in Riviera, Mauro Steccati, che si è detto certo di poter contare anche sul futuro sulla collaborazione delle penne nere.
Il Presidente della Sezione ANA di Udine, Roberto Toffoletti, complimentandosi con i soci del Gruppo per la loro presenza solidale e per la collaborazione fornita anche alle iniziative sezionali,si è soffermato sulla situazione che verrà  a prospettarsi per l’Associazione in futuro, dopo la sospensione della leva obbligatoria.
Il Presidente si è detto comunque fiducioso, ammonendo però sulla necessità  di compiere opera di proselitismo tra i giovani congedati affinché partecipino “con lo stesso nostro entusiasmo” alle iniziative di solidarietà  intraprese dai nostri Gruppi.
Al termine delle orazioni ufficiali, i partecipanti, sempre in corteo accompagnati dalle note del”trentatre”, hanno raggiunto il parco festeggiamenti della “Fieste dai croz”, dove in un clima di grande amicizia e simpatia è stato offerto il tradizionale rancio alpino.
Tomat Mario


Area Riservata
Meteo