" O la o rompi! "

Nuovo gagliardetto

Cerimonia semplice ma solenne quella svoltasi a Magnano in Riviera il  3 luglio scorso, per la benedizione e inaugurazione del nuovo Gagliardetto del locale Gruppo, al quale aderiscono le Penne Nere di Magnano Capoluogo e della frazione di Bueriis, fondato nel lontano 1932 ed intitolato al pluridecorato Eroe del Pasubio, tenente degli Alpini Ferdinando Urli. Il Gruppo, guidato da Gianluca Tomat, conta oggi 90 soci e 40 aggregati, tra i quali numerosi rappresentanti del gentil sesso. La cerimonia ha avuto carattere prettamente familiare con la partecipazione delle sole Penne Nere dei due Gruppi del comune: Magnano e Billerio, quest’ultime intervenute assieme al loro Capogruppo Ivano Muzzolini. Tra le autorità il sindaco di Magnano in Riviera, Mauro Steccati ed il vicepresidente della Sezione ANA di Udine, Luigi Rovaris. La manifestazione ha avuto inizio, nel piazzale antistante la chiesa, con l’ammassamento dei partecipanti che hanno poi assistito alla Santa Messa celebrata nella Parrocchiale della SS. Trinità dal parroco don Giuliano Del Degan. Al termine, dopo la preghiera dell’Alpino, nella chiesa gremita c’è stata la benedizione del Gagliardetto. Madrina, sensibilmente commossa, la signora Anna Giacomini, vedova del compianto e mai dimenticato Giuseppe Verona, già Capogruppo dal 1991 al 1996. Per un giusto e doveroso ricordo, merita ricordare che alla fondazione, avvenuta come già ricordato nel 1932, Madrina del primo Gagliardetto fu la signora Rosa Mentil vedova Urli, madre dell’Eroe al quale Magnano ha dedicato la piazza principale del paese ed un cippo marmoreo posto nel piccolo parco-monumento di via Prampero.
L’incontro, come vuole la tradizione alpina, si è concluso, dopo il doveroso omaggio presso il monumento ai Caduti, con un momento conviviale nella nuova ed accogliente Casa degli Alpini sita nella nuova via che il Comune, con molta sensibilità, ha intitolato “Via degli Alpini”.


Area Riservata
Meteo